EnglishItalianoFrançais

Il circo Darix Togni è uno dei più antichi spettacolo viaggianti del mondo.

Circo Darix Togni

cirq

La Storia

Le 5 generazioni, il loro lungo viaggio

Il 1872 è l’inizio di tutto: Aristide Togni fonda il “Circo Togni” e intraprende con la moglie e i figli quel viaggio che durerà tutta la sua vita, e oltre.
Proclamato Circo Nazionale dal Re d’Italia, attraverso le 2 guerre e le vicissitudini del dopoguerra, con Riccardo, Ercole, Ugo e Ferdinando alla testa delle carovane, il Circo Togni è a tutti gli effetti già riconosciuto come simbolo di spettacolo italiano quando, alla fine degli anni 40, si afferma sulla scena il carismatico Darix, che grazie alle sue capacità artistiche e manageriali porta lo show ad un livello ancora più alto.
Darix Togni, popolarissimo, viene scritturato per film e trasmissioni televisive, ed è protagonista di una delle imprese più straordinarie del secolo, la traversata delle Alpi sulle orme di Annibale, che ripercorre seguito da una carovana formata da lama, cammelli e elefanti. “L’uomo dei leoni” fa scuola con i suoi numeri da domatore, portando agli apici del successo la formula dello spettacolo circense, ed è così che il Circo Togni diventa Circo Darix Togni.
Dopo la morte di Darix nel 1976, i figli Livio, Corrado e Davio passano giovanissimi alla guida dello spettacolo, e, accompagnati dalla madre Fiorenza, costituiscono una formazione piena di talento e di inventiva, che macina tanti chilometri quanti successi: Livio, domatore e direttore, riesce a portare le tournèe in oltre 20 paesi differenti; Corrado, clown e interprete dalla comicità geniale, trapezista, domatore di elefanti, scuote l’immaginazione della stampa internazionale, che lo applaude per la mimica straordinaria e surreale; Davio, cavallerizzo, trapezista, clown e domatore, abile ammaestratore di qualsiasi tipo di animale, con le sue performance coinvolge il pubblico nella visione ravvicinata di giraffe, rinoceronti, ippopotami, leopardi, cavalli, cagnolini, che emozionano gli spettatori semplicemente sfilando, mangiando, lasciandosi cavalcare.
Nel 1990, Livio, Corrado e Davio, fondano il Circo “Florilegio di Darix Togni”, che nasce come operazione nostalgica di recupero del circo classico all’italiana, una fresca autoironia con una forte impronta di teatralità, che si rivolge con grande rispetto alla tradizione comica e farsesca e in cui anche l’ambientazione gioca un ruolo chiave: a corollario dello show, il tendone, le carovane, gli arredamenti in stile, portano coloro che assistono allo spettacolo in una dimensione letteralmente sospesa nel tempo; l’atmosfera magica e la componente onirica che sottostanno allo spettacolo del “Florilegio” strabiliano il pubblico di mezza Europa: i giornali scrivono che “Il Florilegio possiede le chiavi della porta dei sogni”.
In anni più recenti il Florilegio si è impegnato a far conoscere questo prodotto di cultura italiana, unico nel suo genere, ad importanti Paesi africani ed asiatici.
Livio, diventato Senatore della Repubblica nella XIV° legislatura dal 2001 al 2006, tramanda gli insegnamenti e le tradizioni ai figli Max e Steve i quali con il loro contributo particolare dimostrano grande attenzione alle esigenze di questo nuovo pubblico.
Patrocinate dalle istituzioni italiane di cultura, si sono svolte e sono tutt’ora in corso tournée di grande successo in Paesi come la Turchia, l’Algeria, l’Iran, Siria, il Libano, il Ghana, la Costa d’Avorio… Nel frattempo le carovane degli artisti del Circo Darix Togni non si sono fermate: forse la nuove tournèe italiana sta attraversando proprio adesso le strade della tua città…

 

Vai a >Video Storici del circo Darix Togni

 

 

darix milano elefantino

Circo Darix Togni - Via San Lodovico, 31 - 42010 Rio Saliceto (RE) P.I. 11144601009

Nicola Armellini